GLOSSARIO

in ordine alfabetico

Chemsex

E' un fenomeno emergente che identifica il consumo di specifiche sostanze psicoattive (mefedrone, GHB/GBL, cristalli di metamfetamina) in contesti strettamente connessi all’attività sessuale per facilitare, migliorare e prolungare l’esperienza sessuale. Nel contesto italiano, è frequente l'uso anche di cocaina basata.

Spesso inoltre alle sostanze che caratterizzano il chemsex, se ne associano altre, dette comunemente "part drugs" quali il popper, farmaci utilizzati per la disfunzione erettile (inibitori dell PDE5), cocaina, ketamina, ecstasy, alcool, THC, etc.

Comportamento sessuale

E' un termine utilizzato per riferirsi a persone che hanno dei rapporti sessuali con persone dello stesso sesso (in modo esclusivo o anche con persone del sesso opposto) e che non necessariamente si identificano come persone gay o bisex.

Vedi anche: "MSM", "MSMW", "MSW", "WSW", "WSMW", "WSM". 

Condom

E' sinonimo di preservativo. E' tra i più antichi metodi di prevenzione delle IST in quanto costituisce una barriera fisica sia tra mucose (orale, genitale, anale) che, per alcune IST, tra queste ultime ed i liquidi biologici potenzialmente in grado di trasmettere il patogeno.

Affinchè l'effetto barriera sia massimamente efficace, il preservativo deve essere indossato sin dall'inizio del rapporto penetrativo e deve rimanere integro sino al suo termine.

Genere

Il genere si riferisce a costrutti sociali basati su aspettative culturali e sociali circa un individuo in relazione al sesso assegnato alla nascita.

L'identità di genere riguarda il senso soggettivo e la personale esperienza del genere che può coincidere o meno con il sesso assegnato alla nascita. L’identità di genere include l’esperienza del proprio corpo (che può coinvolgere, se scelte liberamente, modifiche del proprio aspetto fisico) e le altre espressioni del genere. In alcuni casi l’identità di genere ricade al di fuori del binarismo e delle norme ad esso relate.

L’espressione di genere si riferisce a come una persona si presenta al mondo esterno (es: modo di vestire, di parlare di esprimersi). L’espressione di genere può non coincidere con l’identità di genere.

Intersessualità

E' quella condizione per cui i cromosomi sessuali, i genitali e/o i caratteri sessuali secondari non sono definibili come esclusivamente maschili o femminili. L'ermafroditismo è un tipo di condizione intersessuale.

LGBT (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender)

Questo acronimo è stato coniato alla fine degli anni '80 per enfatizzare la diversità delle culture basate su sessualità ed identità di genere. Talora è utilizzato come termine ombrello per riferirsi a tutte le persone non-eterosessuale e/o non-cisgender anzichè solo alle persone lesbiche, gay, bisessuali o transgender. Per riconoscere questa inclusione, una popolare variante aggiunge la lettera Q ed I rispettivamente per chi si identifica come "queer" (che si sta interrogando sulla propria identità) e per le persone intersessuali.

La variante LGBT+ ingloba tutte le suddette realtà e tutte le altre eventuali.

MSM (men who have sex with men)

E' un termine epidemiologico che raggruppa gli uomini che hanno rapporti sessuali con altri uomini, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o identità di genere. Gli MSM possono essere esclusivi (men who have sex with men only - MSMO) o avere rapporti anche con donne (men who have sex with men and women - MSMW).

MSW (men who have sex with women)

E' un termine epidemiologico che raggruppa gli uomini che hanno rapporti sessuali con donne, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o identità di genere.

Orientamento sessuale

Mentre l’identità di genere riguarda la percezione di sé come essere maschile o femminile, l’orientamento sessuale riguarda l’oggetto dell’attrazione erotico-affettiva: eterosessuale se è rivolta all’altro sesso, omosessuale se è rivolta verso lo stesso, bisessuale se è rivolta verso entrambi.

Una persona gay è romanticamente, emotivamente e/o sessualmente attratta da persone dello stesso genere. Solitamente questo termine si riferisce alle persone di sesso maschile, ma anche individui che sono attratte da persone dello stesso genere si possono scegliere di definirsi come gay.

Bisogna distinguere l’orientamento, come insieme di sensazioni e preferenze, dal comportamento sessuale, che descrive pratiche e atti sessuali quale risultato ultimo degli atteggiamenti verso la sessualità e il proprio partner.

PEP

E' l'acronimo della profilassi post-esposizione per infezione da HIV (dall'inglese "Post-Exposure Prophylaxis"). Vedi apposita scheda in "Servizi"

Periodo finestra

E' quel lasso di tempo in cui quanto ricercato dai test sierologici, cioè gli Ab prodotti dal nostro sistema immunitario (dall'ingelse antibodies=anticorpi) verso uno specifico microrganismo, non sono ancora stati prodotti, nonostante il contatto con tale microrganismo sia effettivamente avvenuto.

Nell'interpretazione del significato di un esito negativo di un test sierologico, il periodo finestra deve essere sempre considerato e l'esito del test risulta informativo solo una volta trascorso tale periodo. La solidità di tale risultato negativo aumenta poi con il trascorrere del tempo sino a raggiungere il valore massimo dopo qualche mese. Tale valore non aumenterà ulteriormente con l'ulteriore trascorrere del tempo (esito definitivo del test).

Qualsiasi sia il microrganismo target del test sierologico, l'esito è sempre definitivo quando trascorrono almeno 6 mesi dall'ultimo momento in cui si potrebbe essere entrati in contatto con tale microrganismo.

Per ulteriori dettagli su infezioni specifiche, vedi le apposite schede in "Le infezioni".

Popolazione chiave (o target)

E' costituita da individui in cui il rischio di acquisire un'infezione a trasmissione sessuale (IST), HIV inclusa, è decisamente elevato. Ciò deriva sia da specifici comportamenti messi in atto dagli appartenenti a tale specifica popolazione che dalla presenza di fattori che, costituendo una barriera legale e/o sociale, incrementano esponenzialmente la vulnerabilità di tale popolazione all'infezione da HIV/IST.

Le popolazioni chiave ed il loro network presentano tale livello di rischio per HIV/IST da influenzare le dinamiche delle epidemie da HIV e da altre IST e giocano un ruolo fondamentale nell'efficacia della risposta mondiale alla diffusione di HIV ed altre IST.

Le popolazioni chiave per infezione da HIV e da altre IST sono 5:

• Uomini che hanno rapporti con altri uomini

• persone che hanno libertà assente o molto limitata (es: carceri, etc)

• persone che utilizzano droghe per via endovenosa

• persone dedite alla prostituzione

• persone transgender.

Popolazione vulnerabile

Oltre alle ben note 5 popolazioni target, esistono altri gruppi di individui in cui l'aumento del rischio per HIV/IST non è uniforme a livello mondiale e pertanto la vulnerabilità stessa è fortemente condizionata dal contesto epidemiologico e sociale. In alcuni Paesi, infatti, nelle popolazioni vulnerabili possono rientrare gli adolescenti ed i giovani adulti, la popolazione femminile ed i migranti mentre in altri possono essere i migranti ed i rifugiati, il personale militare, gli autotrasportatori su lunghe distanze o i minatori.

I gruppi individuabili come popolazioni vulnerabili devono essere valutati da Paese a Paese in relazione al contesto specifico.

Popolazione generale

Gli individui che non appartengono alle popolazioni target o alle popolazioni vulnerabili fanno parte della popolazione generale. 

Come evidente dalla figura sottostante, la divisione tra le varie popolazioni è più teorica che pratica dal momento che, talora, il concetto di rischio è talora fluido.

Target_General populations_Centro MISTRA

PrEP

E' l'acronimo della profilassi pre-esposizione per infezione da HIV (dall'inglese "Pre-Exposure Prophylaxis"). Vedi apposita scheda in "Servizi"

Ruolo di genere

Il ruolo di genere è l’insieme dei comportamenti, agiti all’interno delle relazioni con gli altri, e delle attitudini che in seno a un dato contesto storico-culturale sono riconosciuti come propri dei maschi o delle femmine.

Il ruolo di genere esprime l'adattamento sociale alle norme condivise circa l'apparenza, i gesti, i tratti di personalità, il discorso ed il vocabolario, le interazioni sociali, gli interessi e le abitudini così come ritenuti appropriati o inappropriati in relazione al genere.

Sul ruolo di genere  si basano la divisione sessuale del lavoro e l’attribuzione delle responsabilità nella sfera matrimoniale e della riproduzione sociale.

Salute individuale e collettiva

La salute individuale e quella collettiva sono inevitabilmente legate. Tutte le infezioni sono infatti trasmissibili, secondo diverse modalità, e lo stato di salute del singolo si ripercuote su quella della collettività. Il medico di malattie infettive, dunque, trattando al meglio il singolo individuo, deve sempre considerare l'orizzonte più ampio della salute collettiva.

Salute sessuale

come definito nel 2006 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità è “…uno stato di benessere fisico, emozionale, mentale e sociale in relazione alla sessualità; non si tratta meramente di assenza di malattia, disfunzione o infermità La condizione di benessere sessuale richiede un approccio positivo e rispettoso alla sessualità ed alle relazioni interpersonali, così come la possibilità di avere esperienze sessuali che siano piacevoli ed allo stesso tempo sicure, libere da qualunque tipo di coercizione, violenza o discriminazione. Affinchè lo stato di benessere sessuale venga raggiunto e mantenuto, i diritti di tutti gli individui devono essere rispettati, protetti e soddisfatti".

WHO 2006 https://www.who.int/reproductivehealth/topics/sexual_health/sh_definitions/en

Sesso (biologico)

E' l'appartenenza al sesso maschile o femminile così come determinata dai cromosomi sessuali e dagli ormoni che determinano le caratteristiche sessuali (genitali esterni ed gli organi riproduttivi). Questo approccio binario esclude le persone intersex.

Sex toys

Sono oggetti destinati all'uso durante le pratiche sessuali per intensificare il piacere erotico e favorire una sessualità più aperta e giocosa. Dal punto di vista della trasmissione delle IST, possono fungere da vettori. Quando dunque utilizzati con più partners e/o, nella stessa persona, in siti diversi, è necessario utilizzare il condom sui sex toys penetrativi e comunque detergerli accuratamente dopo l'uso e accertarsi che la superficie non sia rovinata. Eventuali laceraioni possono infatti costituire delle nicchie perfette per la replicazione dei batteri.

TASP

E' l'acronimo di terapia (antiretrovirale) come prevenzione, dall'inglese "Treatment as Prevention". Le persone HIV positive, infatti, assumendo regolarmente la loro terapia antiretrovirale (anche detta HAART e TARV, acronimi di Highly Active AntriRetroviral Treatment e Terapia AntiRetroVirale, rispettivamente) ottengono un perfetto controllo sulla replicazione virale che garantisce loro sia il recupero/mantenimento di un sistema immunitario normale con aspettativa di vita pari a quella della popolazione HIV-negativa che la non trasmissibilità della loro infezione da HIV attraverso i rapporti sessuali (anche penetrativi e senza preservativo).

Test in biologia molecolare (PCR)

Sono test che, negli ultimi anni, hanno rivoluzionato l'approccio diagnostico delle IST. Andando infatti alla ricerca del genoma (DNA o RNA) del patogeno di interesse (batterio o virus che sia), sono altamente specifici e riducono al massimo il periodo finestra.  

Per quanto riguarda le infezioni da HIV, HBV e HCV, non vengono utilizzati se non nel monitoraggio della terapia o in altri setting molto specifici. Per quanto riguarda invece le IST batteriche (es: gonorrea, Chlamydia trachomatis e Mycoplasma genitalium) costituiscono la base per lo screening delle infezioni asintomatiche e, molto spesso, anche per la terapia mirata di quelle sintomatiche.

Test sierologico

A partire dagli anni '80 costituiscono la base dello screening HIV/IST. A questa tipologia di test appartengono infatti il test per HIV, sifilide, epatite A, B e C. Vengono effettuati su un campione di sangue e pertanto permettono la diagnosi di infezione qualsiasi sia stata la porta di ingresso (orale, genitale, anale), ma il loro esito deve essere interpretato in relazione al tempo intercorso tra la data del prelievo ematico e l'episodio di rischio. Vedi "periodo finestra".

Trans

E’ un termine ad ombrello in cui si riconoscono le persone la cui identità di genere e/o espressione di genere è diversa da quella assegnata loro alla nascita. L'opposto a trans è "cis", termine che identifica le persone che si riconoscono nell'identità di genere assegnata loro alla nascita.

Il termine "trans" può includere, a titolo esemplificativo ma non esaustivo: personale che si definiscono come transsessuali, transgender, travestite/cross-dresser, androgine, poligender, genderqueer, agender, gender variant, gender non-conforming o con altre identità di genere e/o espressione di genere che non vengono incluse nelle aspettative socio-culturali circa l’identità di genere.

U=U

"Undetectable equals Untransmittable" che in italiano è traducibile con lo slogan "viremia azzerata=trasmissione impossibile". Questo slogan è stato coniato al fine di sottolineare i dati dello studio PARTNER 2 presentati alla conferenza internazionale della IAS del luglio 2018. Tale studio ha definitivamente dimostrato che le persone con infezione da HIV stabilmente virosoppressi (viremia azzerata=non rilevabile=HIV-RNA<50cp/mL) da almeno 6 mesi hanno rischio ZERO di trasmettere la loro infezione da HIV attraverso i rapporti sessuali, anche quando anali e non protetti dal condom.

https://www.thelancet.com/action/showPdf?pii=S0140-6736%2819%2930418-0

https://i-base.info/qa-on-the-partner-study/

WSM (women who have sex with men)

E' un termine epidemiologico che raggruppa le donne che hanno rapporti sessuali con uomini, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o identità di genere.

WSW (women who have sex with women)

E' un termine epidemiologico che raggruppa le donne che hanno rapporti sessuali con altre donne, indipendentemente dal loro orientamento sessuale o identità di genere. Le WSW possono essere esclusive (women who have sex with women only - WSWO) o avere rapporti anche con uomini (women who have sex with men and women - WSMW).